Il programma elettorale 2019/2024

foto-con-cit

Cari amici,

come sapete in questi giorni è stata depositata la documentazione per partecipare alle prossime elezioni comunali. Ecco il nostro programma elettorale ovvero quello che vorremmo realizzare, con il vostro sostegno, nei prossimi cinque anni.

Programma elettorale 2019/2024

PERSONA

La persona è il punto cardine della comunità, attraverso le caratteristiche peculiari di ciascuno il territorio prende vita e si caratterizza. Comunità Viva desidera mantenere la persona al centro suo progetto affinché tutti possano contribuire a creare un ambiente accogliente e vivibile.

  • continuare a porre attenzione alla promozione di momenti di incontro tra cittadini, favorendo occasioni come le “cene di quartiere”
  • attivare politiche di “incrocio di bisogni”, grazie alle quali le persone in difficoltà trovino tempestivamente aiuto e supporto anche mediante realtà e persone disponibili, anche tramite le pratiche di buon vicinato, i centri di ascolto, la dispensa alimentare e tutte le iniziative già attive nel territorio

 

Infanzia e adolescenza

I bambini e i ragazzi sono il nostro futuro, per loro e su di loro dobbiamo continuare ad investire, assicurando sostegno ad iniziative educative e sociali rivolte a garantire il loro benessere.

  • aumentare le agevolazioni per l’accesso al nido
  • assicurare il sostegno alle scuole materne parrocchiali per il prezioso e insostituibile contributo offerto alla comunità
  • proseguire e garantire il servizio educativo domiciliare per i nuclei in difficoltà educativa
  • promuovere ed ampliare la rete tra famiglie per l’affido e la solidarietà familiare(CASF)
  • proseguire con il progetto di aiuto allo studio in collaborazione con le associazioni del territorio
  • consolidare la collaborazione con il privato sociale (con esperienze come il “Parco Allegro”)
  • promuovere la nascita del “Consiglio Comunale dei Ragazzi”, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo
  • promuovere attività ed iniziative che suggeriscano l’adozione di corretti stili di vita

 

Giovani

I giovani devono poter trovare in Ponte San Nicolò un territorio fertile per i propri interessi culturali, ricreativi, sportivi e professionali. Obiettivo di Comunità Viva è realizzare questo intento continuando con le politiche inclusive già avviate.

  • favorire iniziative di socializzazione ed integrazione per i giovani con la realizzazione di manifestazioni ludico-sportive e culturali ed eventi tematici in luoghi dedicati all’aggregazione giovanile
  • realizzare iniziative per i neo-diciottenni, come la consegna delle tessere elettorali durante una cerimonia pubblica, per accompagnare i giovani ad una maggiore consapevolezza del loro vivere la comunità locale e sviluppare il senso ed il diritto/dovere civico
  • potenziare lo sportello InformaGiovani/InformaLavoro affinché possa diventare il punto di incontro di domanda ed offerta tra le aziende locali ed i giovani, e non solo, alla ricerca di un lavoro
  • valorizzare l’Animazione di Strada, per promuovere attività di aggregazione giovanile
  • proseguire nel percorso di sensibilizzazione alla cittadinanza europea con il coinvolgimento delle associazioni del territorio, anche attraverso scambi culturali con gli altri Paesi

Famiglie

Le famiglie, piccole comunità nella comunità, sono il motore della socialità del territorio. Si continuerà a valorizzare questo loro ruolo attraverso percorsi ed azioni di supporto e sostegno mirati.

  • supportare le famiglie, anche promuovendo iniziative di socializzazione e di sostegno alla genitorialità, con azioni realizzate anche in collaborazione con le istituzioni scolastiche e le associazioni del territorio
  • riproporre la buona prassi di partnership con Enti terzi per la creazione di politiche a sostegno delle emergenze abitative
  • continuare a sostenere concretamente le famiglie, anche con contributi diretti ed indiretti
  • porre una sempre maggiore attenzione all’accoglienza, all’integrazione ed alla condivisione, favorendo anche l’inserimento scolastico ed implementando percorsi di mediazione culturale e linguistica
  • proporre l’impiego di persone inoccupate alle ditte appaltatrici (es. sfalcio dell’erba)

Diversamente abili

La disabilità coinvolge l’intero nucleo familiare in cui viene vissuta e, quindi, l’intera comunità. E’ necessario continuare a porre piena attenzione su questa tematica e sostenere le famiglie ed i singoli, per renderli parte integrante della comunità.

  • continuare nell’abbattimento delle barriere culturali e architettoniche
  • realizzare parchi inclusivi con giochi e giostre creati per l’utilizzo condiviso
  • creare un tavolo di coordinamento tra le associazioni del territorio legate alla disabilità e quelle sportive, culturali, sociali, parrocchiali per rendere la vita quotidiana nella comunità locale sempre più accessibile;
  • continuare a realizzare iniziative di inclusione, aggregazione e condivisione
  • potenziare l’integrazione delle persone con disabilità garantendo i servizi ad esse dedicati
  • sostenere e promuovere percorsi di inclusione sociale ed autonomia anche abitativa (dopo di noi)
  • incentivare le occasioni di incontro e di condivisione tra gli anziani attraverso le reti di sostegno e promuovendo momenti di scambio intergenerazionale (laboratori del sapere tra nonni e bambini)
  • realizzare l’ampliamento del centro sociale Pino Verde
  • continuare a promuovere iniziative socializzanti come la festa dei nonni, le attività motorie, l’accesso corsi di nuoto in acqua termale ed i soggiorni climatici marini e montani
  • potenziare i trasporti per le fasce deboli per il centro sociale Pino Verde, il servizio pasti caldi, il telesoccorso, l’assistenza domiciliare, il centro sollievo per l’Alzheimer e diffondere la conoscenza di questi e degli altri servizi a loro dedicati
  • realizzare, solo attraverso il concorso dell’iniziativa privata, una residenza per anziani (casa di riposo), avviando parallelamente un percorso di creazione di residenze autonome con servizi condivisi

 

Sicurezza dei cittadini

Ogni cittadino ha diritto di sentirsi sicuro. Comunità Viva sposa questo pensiero ed intende proseguire, nella massima collaborazione con tutte le forze dell’ordine e gli organi preposti, nel realizzare quanto più possibile o necessario per garantire la sicurezza.

  • implementare il servizio di videosorveglianza ed i varchi di lettura targhe, con strumentazione adeguata a rispondere alle esigenze dei cittadini e delle forze dell’ordine che operano nel territorio
  • individuare forme di sicurezza condivisa, promuovere pratiche di buon vicinato, anche con funzione di controllo
  • garantire la presenza dei Nonno vigile nei parchi
  • implementare l’illuminazione

 

AMBIENTE

Preservare e conservare le risorse è fondamentale per rendere sempre più vivibile e fruibile il territorio. Comunità Viva pone attenzione all’ambiente ed alla valorizzazione dello stesso mediante iniziative di salvaguardia e stimolo per un utilizzo sempre più sostenibile del “paesaggio Ponte San Nicolò”.

Aree verdi e arredo urbano

Individuare e mantenere zone destinate a verde consente di preservare l’ecosistema. Valorizzare le aree comuni e dotare il territorio dell’adeguato arredo permette una maggior fruibilità da parte di tutti i cittadini e rende accogliente e gradevole il territorio.

  • proseguire nella piantumazione di nuove alberature, nel rispetto dell’invarianza ambientale, e nella realizzazionedi boschi di pianura con specie autoctone
  • acquisire il parco dell’antica Chiesa di San Nicola, al fine di creare un corridoio ecologico di apertura del polmone verde del Parco Vita
  • realizzare nuovi sistemi di collegamento tra i parchi del territorio, riqualificando e ampliando il sistema di infrastrutture naturali esistenti (ad esempio mediante il potenziamento di percorsi pedonali “interni” lungo le servitù di passaggio e le carrarecce)
  • valorizzare ulteriormente l’asse fluviale del Bacchiglione come parco naturale attraverso l’implementazione dei servizi e dei percorsi
  • pianificare la cartellonistica ed i servizi di arredo degli spazi a verde (installazione di cestini, cartelli deiezioni cani, ecc.)
  • continuare ad investire nell’arredo urbano, con sempre più attenzione al decoro e ai percorsi di educazione al corretto utilizzo del bene comune
  • implementare i corridoi ecologici nella programmazione urbanistica: “nord-sud asta del fiume Bacchigione” ed “est-ovest campagna a sud della statale”
  • migliorare la gestione della manutenzione del verde pubblico
  • proseguire nella promozione dell’“Adotta un’aiuola”: la possibilità di mettere le aiuole a disposizione di cittadini volontari per la relativa manutenzione
  • prevedere aree di sgambamento per cani
  • continuare nella lotta contro la proliferazione di insetti e parassiti dannosi per l’ambiente e per l’uomo
  • dare sostegno e prosecuzione alle attività degli orti sociali
  • continuare a promuovere un maggiore utilizzo delle piazze e delle piastre polivalenti comunali esistenti come luoghi privilegiati di aggregazione sociale

 

Sicurezza idraulica e reti fognarie

La sicurezza idrogeologia è fondamentale per la salvaguardia dell’incolumità del territorio e delle persone. Per Comunità Viva è fondamentale il confronto ed il dialogo con gli Enti sovra comunali al fine di garantire il rispetto di tale obbiettivo.

  • continuare l’azione manutentiva dei fossi privati concertata con i frontisti
  • attuare la programmazione prevista dal piano delle acque, con particolare riguardo ad alcune criticità come per esempio le tombinature di corsi d’acqua pubblica e la pulizia delle caditoie stradali
  • promuovere azioni di recupero delle acque pluviali, da parte dei privati, per non caricare la rete pubblica
  • sollecitare il Genio Civile ed il Consorzio di Bonifica per l’implementazione delle opere di salvaguardia idraulica al fine di evitare situazioni di rischio idro-geologico
  • continuare l’azione di sensibilizzazione della Regione per la realizzazione dell’idrovia
  • estendere la rete fognaria, ove ancora non allacciata al sistema pubblico

 

Energie rinnovabili, riciclo e rifiuti

Il rispetto dell’ecosistema viene favorito mediante l’utilizzo di energie pulite, il riutilizzo dei materiali ed il corretto smaltimento di quanto non più produttivo. Comunità Viva fa propri i principi su cui si fonda l’economia circolare (tramutare in risorsa quello che viene considerato rifiuto), ispirata dal principio delle 3R: Riciclare, Riparare, Riutilizzare. Attraverso il riciclo dei rifiuti possiamo attuare un insieme di strategie e metodologie volte a recuperare materiali utili dai rifiuti al fine di riutilizzarli anziché smaltirli direttamente. Il materiale riciclato previene dunque lo spreco di materiali potenzialmente utili (ad esempio i prodotti di isolamento termico ottenuti dal riciclo della plastica).

  • continuare a sostenere manifestazioni di sensibilizzazione per educare e promuovere la cultura ambientale (come AmbientiAmo, M’Illumino di meno, Puliamo il mondo, giornate ecologiche)
  • sviluppare percorsi di educazione civica ed ambientale
  • sensibilizzare all’utilizzo di nuove tecnologie a basso impatto ambientale
  • rendere maggiormente efficienti gli edifici pubblici attraverso interventi di riqualificazione energetica e/o installazione di pannelli fotovoltaici
  • continuare nella riduzione dell’emissione di CO2 secondo quanto sottoscritto nel “Patto europeo dei Sindaci”
  • sensibilizzare all’uso dell’acqua pubblica, anche con l’utilizzo di distributori automatici di acqua potabile (pratica che comporta la riduzione di rifiuto plastico)
  • proseguire nella partecipazione attiva al tavolo di progettazione del Piano della Mobilità Sostenibile intercomunale al fine di realizzare stazioni di bike sharing e car sharing
  • installare colonnine di ricarica per auto elettriche al fine di promuovere l’utilizzo di mobilità a basso impatto
  • più ricicli, più risparmi: identificare ulteriori margini di miglioramento del servizio di raccolta differenziata, garantendo un’adeguata rimodulazione dei costi per le famiglie parametrati all’effettivo utilizzo, prevedendo premialità per gli utenti virtuosi che effettuano una più attenta raccolta differenziata
  • proseguire nel percorso “Ponte San Nicolò – comune plastic free” incentivando l’utilizzo di materiale riciclabile per ogni manifestazione promossa dall’Amministrazione e dalle Associazioni locali
  • continuare a dare sostegno alle attività di riciclo di materiali destinati allo smaltimento
  • effettuare maggiori controlli atti a debellare la pratica dell’abbandono dei rifiuti, oltre che l’errato conferimento degli stessi
  • parco delle energie rinnovabili (ex discarica): attivare un progetto di valorizzazione e animazione per recuperare e restituire alla cittadinanza l’area, eventualmente con la collaborazione delle associazioni del territorio
  • vigilare sulla fase finale di copertura della ex-discarica con l’apporto delle terre asportate dal Bacchiglione

 

Inquinamento

L’inquinamento continua a rappresentare una delle principali criticità ambientali e sanitarie dell’ambiente in cui l’uomo vive: aria, acqua e suolo. A fronte delle azioni portate avanti sin d’ora, un ruolo importante può e deve comunque essere giocato da tutta la popolazione attraverso l’adozione di scelte, comportamenti e stili di vita ambientalmente sostenibili: misure necessarie a preservare la migliore qualità dell’ambiente compatibile con lo sviluppo sostenibile.

  • porre in essere tutte le attività volte al contrasto e alla riduzione dell’inquinamento, anche con la collaborazione di Enti di controllo, con particolare riguardo all’inquinamento acustico, elettromagnetico, atmosferico, olfattivo e ambientale
  • effettuare monitoraggi della qualità dell’aria in collaborazione con ARPAV
  • effettuare monitoraggi della qualità dell’acqua con la collaborazione di AcqueVenete
  • individuare azioni strategiche di informazione ed educazione ambientale finalizzate a diffondere una maggiore consapevolezza rispetto alle cause e alle interazioni che incidono sull’inquinamento

 

TERRITORIO

Il Piano Regolatore Comunale(PRC), ad elevata sostenibilità ambientale, avrà il Piano degli Interventi (PI) come evoluzione del Piano Assetto del Territorio (PAT). Il piano si baserà sul principio della sostenibilità delle scelte programmatiche da perseguire nel rispetto delle risorse del territorio, ovvero perseguire la tutela dell’integrità fisica ed ambientale, nonché dell’identità culturale e paesaggistica del nostro territorio.

 

Sistema insediativo

Riorganizzare e consolidare il contesto urbano in funzione dei bisogni e comportamenti di cittadini, imprese, attività agricole attraverso il consumo ridotto del territorio, privilegiando l’utilizzo di quello già urbanizzato.

  • prevedere la rigenerazione degli edifici energivori esistenti
  • prevedere un consumo del suolo limitato per assecondare prevalentemente le esigenze di tipo familiare
  • favorire la residenza, mantenendo i residenti e stimolando l’attrattività, attraverso l’implementazione dei servizi, la rigenerazione di spazi inutilizzati per evitare consumo del suolo (premialità, incentivi…)
  • continuare con interventi volti a realizzare piani di recupero e il recupero di edifici abbandonati o dismessi
  • garantire il diritto alla casa a fasce deboli con formule di edilizia convenzionata

 

Sistema del paesaggio

La lettura del territorio comunale evidenziala suddivisione dell’ambiente comunale nell’area urbanizzata lungo l’asse della statale ed il territorio agricolo contermine. In questa immagine risaltano due CORRIDOI ECOLOGICI: uno il territorio agrario a sud della statale e l’altro lungo le aree verdi arginali del BACCHIGLIONE.

  • favorire la formazione dei due corridoi ambientali individuati nel territorio nord-sud ed est-ovest
  • limitare il consumo di suolo consentendo solo interventi di mitigazione e di ridisegno delle fronti verso questi corridoi ambientali ecologici
  • continuare a perseguire l’obbiettivo della realizzazione del parco urbano

 

Sistema relazionale, mobilità e sicurezza stradale

Un adeguato sistema relazionale consente la mobilità e gli scambi. Comunità Viva ha tra i suoi obbiettivi quello di garantire il consolidamento e/o lo sviluppo della rete di infrastrutture e dei servizi per la mobilità, ponendo particolare riguardo alla mobilità sostenibile ed ai servizi di trasporto per le fasce deboli, al sistema dei parcheggi di scambio e di interconnessione. Il tutto realizzando opere che consentano di implementare la sicurezza stradale, anche mediante l’implementazione dei sistemi di deterrenza e videosorveglianza.

  • riqualificare il sistema viario comunale prevedendo nuovi flussi di viabilità che permettano di ridurre il traffico e la velocità nei quartieri interni e nelle zone adiacenti ai centri di interesse pubblico (scuole, parrocchie, giardini …)
  • statale 516:
  • continuare a richiedere il declassamento a regionale o provinciale in modo tale da poter predisporre diverse soluzioni viarie per garantire maggiore sicurezza
  • con l’Ente proprietario, studiare soluzioni di mobilità che sgravino il volume del traffico la statale e fluidifichino il traffico
  • con l’autorizzazione dell’Ente proprietario, prevedere le rotatorie agli incroci di viale del Lavoro e di via Guido Rossa
  • con l’autorizzazione dell’Ente proprietario, proseguire negli investimenti per la messa in sicurezza degli attraversamenti pedonali
  • ridisegnare la rotatoria di Roncajette al fine di garantire maggiore sicurezza
  • prevedere la rotatoria all’incrocio tra le vie Garibaldi, Verdi e Cavour
  • prevedere la rotatoria all’incrocio tra le Vie Dante e Giorato
  • continuare a dialogare con gli enti sovraordinati al fine di ottenere la realizzazione di infrastrutture per la diminuzione del volume di traffico lungo la statale e nelle strade interne del territorio
  • continuare con il piano degli interventi di manutenzione di tutta la rete viaria (strade, marciapiedi e parcheggi)
  • proseguire la realizzazione di piste ciclabili favorendo la connessione tra le esistenti all’interno del tessuto Comunale sia studiandone l’interconnessione con i Comuni limitrofi
  • consolidare il trasporto pubblico già presente nel territorio comunale
  • implementare i sistemi di deterrenza dell’alta velocità
  • essere protagonisti delle scelte che vengono operate in merito al TRAM, affinché la sua realizzazione non provochi ripercussioni e disagi alla viabilità ed al territorio di Ponte San Nicolò, avviando un percorso di condivisione delle necessità anche con i territori limitrofi

 

Attività produttive

Continuare a sostenere le attività produttive esistenti per esaltare la qualità/professionalità radicata nel nostro territorio e favorire la nascita o l’impianto di nuove imprese con modelli di sviluppo sostenibile.

  • coordinare nuovi modelli di innovazione imprenditoriali
  • incoraggiare e sostenere nuovi modi di produrre e lavorare
  • progettare iniziative che vedano gli artigiani e le piccole imprese protagoniste nella tutela dell’ambiente, nel risparmio energetico, nell’economia circolare e nella riqualificazione urbana
  • proseguire con l’attività di coordinamento tra le aziende locali per migliorare ed implementare la rete aziendale esistente all’interno del Parco del Produrre a Ponte
  • potenziare lo sportello InformaGiovani/InformaLavoro affinché possa diventare il punto di incontro di domanda ed offerta tra le aziende locali ed i giovani, nonché di ascolto per gli imprenditori in difficoltà
  • prevedere la riqualificazione urbanistica delle zone produttive del territorio

 

Patrimonio

Patrimonio: beni della comunità. È necessario continuare nella valorizzazione del patrimonio esistente sia mediante l’alienazione degli immobili che non risultano avere caratteristiche tali da poter diventare fruibili dalla comunità (e conseguentemente consentire il riutilizzo dei fondi ricavati per la realizzazione di opere più utili alla comunità stessa), sia mediante il recupero di alcuni di essi. Per Comunità Viva è fondamentale, inoltre, che gli edifici pubblici siano il più possibile autosufficienti e, pertanto, corredati da pertinenze che garantiscano entrate in misura adeguata al loro mantenimento.

  • ampliare il centro sociale Pino Verde
  • acquisire il parco dell’antica Chiesa di San Nicola, al fine di creare un corridoio ecologico di apertura del polmone verde del Parco Vita
  • valorizzare le piastre polivalenti ed i parchi esistenti
  • prevedere che negli immobili di proprietà comunale ci siano delle pertinenze che li rendano autonomi
  • continuare il piano delle alienazioni immobiliari non più necessarie alla collettività in modo da consentire l’utilizzo dei fondi ricavati per opere di utilità pubblica
  • valorizzare gli edifici esistenti

 

Opere pubbliche

Il mantenimento delle opere pubbliche consente che le stesse vengano fruite in modo adeguato da parte di tutti i cittadini. Comunità Viva ritiene che gli interventi di costruzione, ampliamento o ammodernamento di edifici o zone pubbliche previsti siano utili anche per garantire la socializzazione e lo sviluppo della comunità. È necessario, inoltre, un costante investimento affinché le strutture siano adeguate alle necessità del territorio, al rispetto alle normative, alle dotazioni tecnologiche, e risultino dotate di sistemi di risparmio e riqualificazione energetica rispettosi dell’ambiente. Il tutto adeguatamente concertato nella fase di progettazione con i portatori di interesse più rilevanti o i diretti fruitori.

  • completare la realizzazione del Polo Letterario
  • ampliare il centro sociale Pino Verde
  • realizzare la piazza/parcheggio retrostante il centro civico Rigoni Stern
  • in accordo con i privati, riqualificare Piazza Liberazione
  • in accordo con i privati, realizzare la piazza di Rio
  • realizzare il palazzetto polivalente/dello sport
  • ristrutturazione del fabbricato esistente al Parco Vita
  • con l’iniziativa privata, realizzare una piscina comunale
  • continuare a manutentare ed adeguare le scuole pubbliche
  • continuare a manutentare ed adeguare gli impianti sportivi
  • manutentare le piastre polivalenti ed i parchi esistenti
  • continuare a realizzare il piano delle asfaltature
  • continuare a realizzare interventi di abbattimento delle barriere architettoniche
  • ampliare la pubblica illuminazione lungo tutto l’asse arginale
  • implementare e migliorare la pubblica illuminazione nelle zone residenziali
  • attuare la programmazione prevista dal piano delle acque, con particolare riguardo ad alcune criticità come per esempio le tombinature di corsi d’acqua pubblici o la pulizia delle caditoie stradali

 

CULTURA

La Costituzione della Repubblica Italiana e lo Statuto Comunale con i principi in essi contenuti sono i cardini cui si ispira ogni scelta culturale di Comunità Viva. Si continuerà a promuovere la cultura come veicolo di diffusione dei diritti-doveri di cittadinanza. Le azioni e le scelte di carattere culturale ed educativo che verranno intraprese coinvolgeranno in modo trasversale ambiti come l’ambiente, la realtà sociale, il mondo del lavoro, lo sport ed il tempo libero, la scuola, i minori, la disabilità, gli anziani, e tratteranno temi di grande spessore civico come l’accoglienza, la pace, la tolleranza, la non violenza, il rispetto delle minoranze.

  • promuovere iniziative di carattere culturale a sostegno della persona, della famiglia, dell’anziano, della genitorialità, della disabilità
  • promuovere iniziative culturali per la conoscenza, la custodia e la salvaguardia dell’ambiente e del territorio
  • valorizzare la conoscenza dei prodotti tipici locali e delle erbe spontanee, favorendo la diffusione della cultura enogastronomica locale
  • valorizzare i beni culturali materiali, incluso il paesaggio
  • valorizzare i beni immateriali come la storia e le tradizioni locali, anche mediante il consolidamento di manifestazioni esistenti
  • promuovere iniziative per l’abbattimento delle barriere culturali
  • promuovere iniziative culturali e progetti sui temi della pace, della memoria storica, della non violenza, della identità europea, della convivenza pacifica
  • valorizzare la creatività in età scolare e giovanile
  • promuove incontri, dibattiti, mostre, rassegne, corsi e tutte le forme possibili di progetti di carattere letterario, artistico, teatrale, musicale, cinematografico, pittorico, storico (sia per le fasce adulte di popolazione, che per quelle giovanili restando inteso che per queste ultime fondamentale è la collaborazione con la scuola)
  • sostenere e promuovere iniziative che hanno lo scopo di valorizzare piazze, parchi, giardini, monumenti e centri periferici (vivere il territorio)
  • implementare i servizi di doposcuola e ripetizioni
  • creare rassegne con esposizione di opere di artisti locali, anche con il coinvolgimento degli esercizi pubblici o durante i mercati
  • promuovere iniziative che hanno come scopo una maggiore conoscenza del territorio, la salvaguardia delle tradizioni locali, dei luoghi storici e delle architetture e del paesaggio, anche mediante visite guidate
  • creare opuscoli che illustrino i beni storici/ambientali del territorio
  • “Art-stop”: creare punti di interesse dedicati all’arte e alla cultura lungo i percorsi ciclopedonali
  • favorire l’attivazione di corsi che avvicinino i giovani all’arte in maniera attiva, coinvolgendoli in attività educative
  • favorire l’attivazione di corsi di musica fin dalla tenera età
  • implementare l’APP comunale con informazioni storiche/turistiche ed iniziative di realtà virtuale (cultura 4.0)

 

Polo Letterario

La Biblioteca Comunale è il luogo privilegiato per l’offerta delle attività culturali e formative da proporre al territorio. Va sostenuta anche incrementando la collaborazione con gruppi di lettura e favorendo attività di volontariato inerenti alla promozione e diffusione della lettura. Con il restauro di Villa Crescente è iniziata la realizzazione del Polo Letterario, a seguito del quale verranno create l’emeroteca, la mediateca, lo sportello donna, lo sportello informa giovani e informa lavoro, una sala cerimonie ed una sala polivalente.

  • dare corso al secondo stralcio per il completamento del Polo Letterario con la realizzazione della nuova Biblioteca Comunale, un padiglione polivalente e la valorizzazione del parco
  • sostenere l’educazione alla lettura fin dalla prima infanzia
  • promuovere la lettura come strumento per la crescita della persona e lo sviluppo delle relazioni umane
  • incrementare la sezione dedicata alla raccolta di testi (pubblicazioni, tesi di laurea, ricerche etc..) inerenti la storia e la cultura locale

 

Istruzione

Investire nelle giovani generazioni è investire nel futuro. Per Comunità Viva occorre formare giovani generazioni preparate alle sfide della contemporaneità, culturalmente elevate, educate ai principi della solidarietà e della cittadinanza attive. Per farlo le istituzioni scolastiche devono essere ben connesse e dotate degli strumenti necessari ad espletare al meglio la propria funzione. Gli insegnanti hanno bisogno di fiducia e le famiglie della serenità di affidare i propri figli alle cure di uomini e donne preparati ed attenti, in luoghi sicuri, moderni e tecnologicamente all’avanguardia.

  • favorire l’accesso al nido
  • assicurare il sostegno alle scuole materne parrocchiali per il prezioso e insostituibile contributo offerto alla comunità
  • favorire la creazione di un progetto di Scuole materne in rete
  • favorire la collaborazione tra le scuole di ogni ordine e grado
  • favorire la realizzazione di progettualità condivise tra le scuole e con l’Amministrazione comunale
  • favorire progetti di integrazione e rimozione delle disuguaglianze
  • proseguire e garantire il servizio educativo domiciliare per i nuclei in difficoltà educativa
  • implementare i servizi di doposcuola
  • proseguire il progetto di aiuto allo studio in collaborazione con le associazioni del territorio
  • promuovere la nascita del “Consiglio Comunale dei Ragazzi”, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo
  • promuovere attività ed iniziative che suggeriscano l’adozione di corretti stili di vita
  • continuare a manutentare ed adeguare le scuole pubbliche

 

Sport

Mens sana in corpore sano. L’attività sportiva consente la prevenzione, la salute, il benessere psicofisico e Comunità Viva riconosce alla pratica sportiva anche un ruolo fondamentale nella crescita, nell’educazione e nello sviluppo delle giovani generazioni nonché un fondamentale ruolo aggregativo e di socializzazione.

  • realizzare il palazzetto polivalente/dello sport
  • continuare a favorire la pratica sportiva di bambini e giovani
  • promuovere e sostenere la pratica sportiva da parte di persone con disabilità
  • continuare a favorire la pratica sportiva di adulti ed anziani
  • valorizzare ed incrementare i percorsi per favorire l’attività fisica all’aria aperta
  • valorizzare i percorsi ciclo-pedonali esistenti
  • valorizzare le piastre polivalenti ed i parchi esistenti
  • con l’iniziativa privata, realizzare una piscina comunale

 

Associazionismo e volontariato

Le associazioni sono il cuore pulsante della comunità Sannicolese. Comunità Viva riconosce il loro imprescindibile ruolo nella vita e nello sviluppo del tessuto sociale.

  • valorizzare il volontariato quale espressione di cittadinanza attiva
  • valorizzare e sostenere le associazioni
  • creare una rete tra le associazioni
  • sostenere e diffondere le iniziative ed i progetti delle singole associazioni
  • creare occasioni per la condivisione di progetti tra le associazioni ed il Comune
  • incentivare la collaborazione con la Pro-Loco, che ha la “mission” di valorizzare mediante feste ed eventi le tradizioni, la storia e la cultura locali e regionale

 

Gemellaggi

La diversità arricchisce. Lo scambio con altri Paesi permette di accrescere nella cittadinanza la conoscenza di culture e tradizioni differenti.

  • intensificare lo scambio con i comuni gemellati, anche in collaborazione con l’associazione I Gemellaggi
  • promuovere nuovi gemellaggi

 

Pari opportunità

La Costituzione italiana afferma l’uguaglianza formale e sostanziale dei cittadini. Comunità Viva si pone in difesa delle pari opportunità volte alla rimozione delle distinzioni di razza, sesso, genere, condizione economica o sociale.

  • favorire l’accesso ai servizi da parte di ogni individuo
  • promuovere l’uguaglianza tra tutti i cittadini favorendo il pieno sviluppo della persona e la sua effettiva partecipazione all’organizzazione politica, economica e sociale del territorio
  • porre particolare attenzione alla donna avvalendosi della sensibilità dimostrata negli anni dal Gruppo Donne
  • promuovere e sostenere iniziative contro ogni discriminazione ed a favore dell’accesso all’istruzione, ai servizi sanitari, alla partecipazione nell’economia e nei processi decisionali
  • riservare una quota di bilancio per progetti di cooperazione ed iniziative di pace e di solidarietà internazionale
  • ampliare le attuali mansioni dello Sportello Donna, impiegando le risorse a vantaggio di tutta la cittadinanza ed a tutela di tutte le situazioni di disparità
  • continuare ad aderire alle associazioni ed enti che operano in difesa dei diritti umani

 

Pace e diritti umani

Garantire la pace ed il rispetto dei diritti umani favorendo lo sviluppo delle comunità, anche locali, in modo armonioso.

  • continuare il dialogo intercomunale con il tavolo di “protezione dei difensori dei diritti umani e progetto città rifugio”
  • continuare ad aderire alle associazioni ed enti che operano contro le mafie (Avviso Pubblico)
  • continuare ad aderire alle associazioni ed enti che operano in difesa dei diritti umani

 

AMMINISTRAZIONE

L’amministrazione pubblica

I comuni sono dedicati agli interessi della popolazione locale dove si svolge la vita sociale pubblica dei suoi abitanti. L’attività è diretta alla cura concreta degli interessi pubblici secondo disposizioni di legge, in modo che siano assicurati il buon andamento e l’imparzialità dell’amministrazione, e con principi di efficacia ed efficienza. Comunità Viva continuerà a perseguire il principio di efficienza o di economicità adottando i mezzi più adatti e meno costosi per svolgere i propri compiti, in sostanza evitando gli sprechi. Per il principio di efficacia si impegna a raggiungere i risultati prefissati. Si terrà conto del principio di sussidiarietà delle attività amministrative che verranno svolte, essendo i più vicini ai cittadini, attivando politiche e progetti da realizzare anche grazie al prezioso ed insostituibile contributo del mondo del terzo settore.

  • facilitare l’accesso al cittadino, cercando di ridurre la burocrazia
  • confermare e rafforzare la “giornata del cittadino” con tutti gli uffici aperti un giorno alla settimana anche in orario pomeridiano
  • sollecitare le aziende di telecomunicazione ad investire sull’implementazione della fibra ottica sul territorio anche stimolando la creazione di gruppi di acquisto di privati e aziende per favorire tale azione
  • realizzare il programma di governo senza incrementare la tassazione

 

Fusione dei Comuni

Fusione: un’opportunità per i territori che la realizzano. Lo studio di fattibilità realizzato sulla fusione dei Comuni di Ponte San Nicolò, Legnaro e Polverara realizzato dalle rispettive Amministrazioni uscenti ha riportato i vantaggi che produrrebbe una fusione tra gli stessi, sia in termini economici che di ottimizzazione delle risorse. Allo stato attuale, alle economie di scala che la fusione ingenera, si aggiungono le premialità che verrebbero riconosciute da parte della Regione e dello Stato. Comunità Viva continua ad essere favorevole al dialogo con detti Comuni limitrofi per la definizione di un percorso che indirizzi verso questo risultato.

 

Protezione civile

Per “protezione civile” si intendono tutte le strutture e le attività messe in campo da vari Enti per tutelare l’integrità della vita, i beni, gli insediamenti e l’ambiente dai danni o dal pericolo di danni derivanti da calamità naturali, da catastrofi e da altri eventi calamitosi. Ponte San Nicolò beneficia della presenza di un organizzato e ben dotato gruppo di volontari che si dedicano alla Protezione Civile. Comunità Viva continuerà a stimolare e ricercare adesione dei cittadini e a favorire le attività del gruppo.

  • stimolare l’adesione di nuovi volontari al gruppo di Protezione Civile
  • sostenere le attività del gruppo di Protezione Civile
  • sostenere la formazione dei volontari
  • implementare le dotazioni del gruppo di Protezione Civile

 

Finanze locali e risorse

La realizzazione del programma amministrativo/elettorale è strettamente legato alle risorse a disposizione. Obbiettivo di Comunità Viva è quello di mantenere i servizi e migliorare la qualità della vita senza applicare ulteriori tasse e tributi locali, applicando principi di massima equità.